martedì 21 ottobre 2008

Il silenzio del pensiero

A volte ci si trova ad apprezzare maggiormente il vero gusto del silenzio dopo essere stati in luoghi rumorosi e pieni di frastuono. Quando ci si trova in queste situazioni ci si accorge di come sia importante il silenzio, di come possa dare ristoro. Ma a volte, mentre il silenzio ci avvolge, la nostra mente continua a pensare ed in un certo senso è come se producesse anch'essa un rumore che turba il silenzio. Forse a volte bisogna riuscire ad ottenere anche il silenzio del pensiero. La nostra Vita ha ormai raggiunto dei ritmi davvero intensi e siamo talmente abituati a correre che quando possiamo camminare ci sembra di andare troppo piano. Siamo abituati ad essere circondati di fatti e parole, a rincorrere situazioni per preservare intatta l'immagine che noi vorremmo avere nei confronti degli altri, scalfita da una notizia magari fasulla. Forse bisogna sapere tornare all'essenziale, a calarsi nel silenzio senza temere di affondare in un oceano di malinconia e nostalgia. Perchè a volte la nostalgia ti avvolge come nebbia fredda: e mentre corri non provi freddo, ma appena ti fermi il sudore ti porta brividi di gelo. Ma non sempre ci si può coprire...

1 commento:

blumoon ha detto...

solamente un cuore sereno, può portare silenzio al pensiero...
la malinconia.. nostalgia saranno sempre presenti se quello che si è provato è stato importente , ma veramente, importante, solo il tempo lenirà le ferite.....
so come ci si sente... capisco perfettamen.non è facile......
Per copriire il gelo che si ha.. basta avere qualcuno che riscaldi il tuo cuore... un bacione ... ivana.