domenica 7 dicembre 2008

Frammento d'imbrunire

Stasera voglio aggiungere un elemento in più alle mie parole scritte, l'elemento immagine. Amo la fotografia. Ho sempre con me la fotocamera perchè è uno strumento eccezionale. Come nella mente in un frammento di secondo può eternarsi una sensazione, un profumo, una immagine, allo stesso modo la fotografia è un'opera d'arte multiforme. Ciò che viene immortalato (ovvero "reso immortale") viene infatti prima percepito dagli occhi, poi ragionato dalla mente, quindi metabolizzato dal cuore e infine, grazie alla fotografia, possiamo dare forma ad una opera che può regalare ad altri le emozioni che ha generato dentro di noi, eternando quel frammento anche per chi lo ha scattato: altrimenti resterebbe nel solo ricordo della nostra mente, con la tendenza ad ingiallire nel tempo.
La fotografia che posto stasera l'ho scattata oggi all'imbrunire, tra Cereda di Perego e Monte di Rovagnate. E' visibile la magica congiunzione di Giove con Venere, appena sopra al crinale del sentiero dei cipressi. Luoghi a me tanto cari, che conservano una sorta di metafisica in cui l'Essere pervade ogni dove della valle... Il cielo era terso, le prime stelle brillavano, le montagne in lontananza erano innevate: ed una brezza tesa e gelida scivolava dal crinale...

4 commenti:

Anonimo ha detto...

la fotografia è un'opera d'arte multiforme, in perfetta simbiosi con chi la scatta. Ciò che viene immortalato viene infatti prima percepito dagli occhi, ragionato dalla mente, metabolizzato dal cuore, e poi grazie a questo strumento possiamo dare forma ad una opera che può regalare emozioni:PECCATO CHE AD EMOZIONARE è SOLO UNO STRUMENTO FREDDO.
TI PONGO UNA DOMANDA: C'è QUALCOSA CHE RIUSCIREBBE A FARTI EMOZIONARE OLTRE CHE LA MACCHINA????

Zar ha detto...

Forse non sono stato chiaro. La fotocamera è solo uno strumento, forse anche freddo, ma che serve ad eternare una immagine che genera in te delle emozioni. Quindi non è la fotocamera che emoziona ma il paesaggio stesso. Quel paesaggio all'imbrunire postato ieri mi ha emozionato...

cate ha detto...

La valle: un mondo dove tutta la realtà è nel silenzio....fotografie scattate non solo con apparecchi freddi ma con gli occhi e con il cuore....che Madre Natura ci aiuti a conservare questi nostri angoli di quiete e pace....un abbraccio cat.

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto: "Peccato che ad emozionare è solo uno strumento freddo".
Ebbene è vero è freddo ma ti regala ricordi ed emozioni che altrimenti sfumerebbero col tempo.
A me personalmente regala emozioni
che a volte riesco anche a trasferire ad altri con la visione
e il trasporto delle sensazioni di quel momento.
ciao
Gra